1q84, il classico contemporaneo

1q1984_jugo.it

Questa frase racchiude in sé l’essenza del libro stesso. Sin dall’inizio della narrazione il lettore viene trascinato in un mondo parallelo dove tutto sembra reale ma non lo è. Tutto nel nuovo mondo è mutevole e appena si pensa di aver compreso la realtà, essa svanisce diventando irreale.

Già dal titolo è possibile rintracciare un chiaro omaggio al romanzo di George Orwell “1984“. Tale omaggio non è solo nel titolo, ma anche nell’atmosfera Orwelliana che pervade tutta l’opera. Infatti, anche nel 1q84 si ha la costante sensazione di una presenza che dall’alto spia, perseguita e condiziona la vita dei personaggi. Tuttavia mentre nel 1984 era il Grande Fratello a controllare la vita della gente; nel 1q84 è la comunità segreta del Sakigake ed i Little People a spiare e minacciare l’esistenza dei personaggi.

Alla base del racconto c’è una storia d’amore. Essa viene narrata alternando il punto di vista dei due protagonisti, la cui vita è intrecciata sin dall’infanzia e converge sempre di più nel corso della narrazione. Nel terzo libro, inoltre, vi è anche un punto di vista esterno rappresentato dall’investigatore privato Ushikawa, il quale diventa un personaggio fulcro della storia cercando di comprendere il legame che intercorre tra Aomame e Tengo. Quest’ultimi sono i nomi dei due protagonisti.

Tengo è un insegnante di matematica con la passione per la scrittura.  La protagonista femminile è Aomame, un personaggio duro e debole allo stesso tempo, capace di commettere azioni atroci per una giusta causa. E’ proprio Aomame ad aprire metaforicamente la porta e a condurci nel 1q84.

Murakami riesce a creare, infatti, una dimensione in cui il tempo non è una “linea retta“, ma sembra più associabile ad un groviglio. La realtà si confonde spesso con la narrazione e la narrazione sembra staccarsi dal romanzo diventando realtà.  Questa sovrapposizione di immagini che formano un labirinto è tipica dello stile di Murakami, tuttavia qui l’autore sembra raggiungere l’apice della sua capacità immaginativa e della sua forza creativa. Per tale motivo questo libro può essere definito un classico nonostante la sua breve vita.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > 1q84, il classico contemporaneo