Castel Sant’Angelo: Il Guercino Ritrovato. Quando Amore ferma la Guerra

Guercino

Si tratta di un grande quadro, per lungo tempo disperso nei meandri del collezionismo internazionale e nel disinteresse per l’arte del Seicento, che ora viene svelato al pubblico all’interno di una struttura di allestimento che segue il movimento della conchiglia di Venere.

Il Guercino, alias Giovanni Francesco Barbieri, è tra i pittori del Seicento che esaltò al massimo i valori dei sensi: dalla pittura alla musica. Al pari di Guido Reni, Lanfranco e Domenichino, è tra i maggiori esponenti di quella “Scuola Bolognese” concepita quale asse di rinnovamento della pittura contemporanea, da tempo impantanatasi nella palude stagnante dell’imitazione della Maniera di Michelangelo e Raffaello, puri modelli ormai svuotati da ogni contenuto.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > Castel Sant’Angelo: Il Guercino Ritrovato. Quando Amore ferma la Guerra