Il Colosseo si è inclinato: accelerano i lavori di restauro?

L’Anfiteatro Flavio come la Torre di Pisa, ma non è una buona notizia. Se il campanile della Cattedrale di Santa Maria Assunta, in Piazza del Duomo, deve gran parte della sua celebrità all’inclinazione di quasi 4 gradi rispetto all’asse verticale, tanto di essersi conquistato il nome di torre pendente di Pisa, per il Colosseo nessuno sentiva il bisogno di una pendenza a rendere ancor più unico un monumento che è il simbolo dell’Italia nel mondo. Eppure, la soprintendenza per i Beni Archeologici di Roma ha potuto constatare che l’inclinazione c’è ed è di ben 40 cm tra la parte sud e quella nord.

Le associazione ambientaliste, su tutte Legambiente ma non solo, hanno già chiesto di correre ai ripari bloccando il traffico di autovetture intorno al Colosseo, in quanto sarebbe stato proprio il viavai di auto a causare, attraverso le vibrazioni, la possibile frattura della fondazione in calcestruzzo su cui poggia l’intero Anfiteatro Flavio. La richiesta ambientalista è quella di un’immediata pedonalizzazione dell’area del Colosseo e di via dei Fori Imperiali, anche se difficilmente verrà presa questa misura estrema prima dell’incontro di martedì 31 luglio 2012, quando nella sede del MiBAC verrà presentato il Progetto Colosseo. Protagonisti dell’incontro con la stampa saranno il ministro Lorenzo Ornaghi, Diego Della Valle, il Sindaco di Roma Gianni Alemanno e Mariarosaria Barbera, Soprintendente per i Beni Archeologici di Roma.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > Il Colosseo si è inclinato: accelerano i lavori di restauro?