Il Plart, un nuovo modo di intendere l’arte a Napoli: festeggiati i sei anni di attività

Situata nell’elegante Via Giuseppe Martucci di Napoli, all’interno di un antico palazzo nobiliare, la Fondazione Plart si propone di divulgare la conoscenza scientifica ed artistica dei materiali polimerici, mission, questa, che si avvale del prezioso supporto di una rosa eterogenea di professionisti, quali architetti, restauratori, storici dell’arte, giornalisti, chimici.

Mille sono i metri quadrati che ospitano le opere collezionate durante la sua vita dalla fondatrice Maria Pia Incutti , che spaziano da quelle derivate dal petrolio a quelle biocompatibili più attuali, attraverso una sorta di viaggio simbolico della plastica dalle sue origini sino ai giorni nostri.

Riconosciuta dalla Regione Campania come Museo di interesse pubblico per l’alto valore culturale della sua collezione – oltre 1500 pezzi di plastiche storiche – e dal Ministero dei Beni Culturali come Giacimento del design italiano, la Fondazione Plart organizza nei suoi spazi eventi espositivi e residenze di artisti e designer noti a livello internazionale. Essa è altresì attiva sul piano della didattica: incontri, visite guidate e laboratori ludico-creativi hanno infatti lo scopo di diffondere una cultura dei polimeri intelligente e rispettosa dell’ambiente.

I sei anni di attività della Fondazione Plart sono stati festeggiati, il 25 Gennaio scorso, con una mostra- convegno dal titolo “Camouflage, Poetiche dell’invisibile nel panorama estetico d’oggi” , incentrata appunto sul tema del “camouflage”, del “camaleontismo”, che tocca ogni campo della creatività umana.

Gli oggetti abitualmente parte del quotidiano, che nascondono al loro interno complessi ingranaggi, o tessuti mimetici adoperati nella moda per confondere l’abito con le cose, l’ambiente, gli animali, sono solo alcuni degli esempi al riguardo. In tal modo i diversi canali sensoriali che vengono utilizzati, da quello visivo a quello uditivo, da quello tattile a quello olfattivo, generano finzioni sempre più coinvolgenti e stimolanti. Un modo, questo, per andare oltre la realtà immediatamente percepibile, per scoprire l’ignoto e lasciarsene conquistare.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > Il Plart, un nuovo modo di intendere l’arte a Napoli: festeggiati i sei anni di attività