Milano nascosta: la fondazione Prada e la Chiesa Rossa

In pochi sanno che nella periferia sud di Milano, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Annunciata del quartiere Chiesa Rossa, si nasconde un’opera d’arte contemporanea, un’installazione luminosa, la prima nel 1996 ad essere collocata permanentemente in un edificio religioso, la cui realizzazione è stata interamente finanziata e promossa dalla Fondazione Prada.

Bisogna scendere in una delle ultime fermate della linea verde della metropolitana, non ci sono turisti in questa zona, è un quartiere popolare, dove la delinquenza locale e l’immigrazione clandestina possono agire indisturbate, dimenticate troppo spesso dalle forze dell’ordine.

E` qui che si trova la Chiesa di Santa Maria Annunciata, detta Chiesa Rossa,  con la sua illuminazione a dir poco particolare, ultima opera dell’artista Dan Flavin, grande maestro del minimalismo americano. Le luci fluorescenti creano un gioco di colori e ombre, rendendono l’atmosfera quasi surreale e aumentando in un modo unico e inimitabile la percezione della sacralità del luogo.

Ma la domanda che tutti si pongono è: come mai l’ultima opera di un artista americano, come Dan Flavin, si trova in una chiesa nella periferia di Milano?

Merito di una comunità religiosa e laica all’avanguardia, che si è battuta per migliorare la propria chiesa e il proprio quartiere, e merito della  Fondazione Prada, che ha permesso la realizzazione e il mantenimento dell’opera, dimostrando un’attenzione particolare al territorio e alla comunità.

La Fondazione Prada, nata come ristrutturazione del progetto PradaMilanoArte creato nel 1993 da Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, è una delle numerose fondazioni istituite dalle case di moda, che spesso escono dai propri spazi espositivi, per promuovere e finanziare progetti all’interno della città e della società, spinte dall’associarsi di interessi economici e impegno civile.

L’opera di Dan Flavin testimonia una ritrovata amicizia fra arte e chiesa, un rapporto che ha radici lontane e profonde, ma che negli ultimi secoli è stato trascurato. La chiesa merita di essere visitata, l’installazione luminosa, infatti, costituisce un unicum sia nel repertorio dell’artista americano sia nel panorama di opere contemporanee presenti in chiese cattoliche.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > Milano nascosta: la fondazione Prada e la Chiesa Rossa