Mostra di Poste Italiane: 150 anni dedicati al futuro

Giorgio Napolitano inaugura mostra Poste Italiane

Per la mostra “150 anni dedicati al futuro” di Poste Italiane, l’ovale del Circo Massimo viene invaso da due cupole avveniristiche, all’interno delle quali si snoda un percorso espositivo che rappresenta un vero e proprio viaggio nella storia e nei fatti, quindi nell’evoluzione del patrimonio culturale, del nostro Paese. Proiettata al futuro, come si evince dalla scelta delle cupole hi-tech, la mostra si articola su due aree espositive: la cupola del Passato e del Presente e la cupola del Futuro.

All’interno della cupola del Passato e del Presente, la mostra “150 anni dedicati al futuro” ripercorre la storia dell’azienda attraverso filmati storici curati da Corrado Augias, ma il visitatore può anche interagire con schermi touch screen che contrastano volutamente con oggetti d’epoca: borse dei portalettere, macchine per l’affrancatura, telegrafi, primi calcolatori elettronici. Il tour ruota virtualmente e fisicamente intorno al grande cubo touchless, collocato al centro della cupola, in cui vengono illustrati tutti i servizi di oggi.

Nella cupola del Futuro, invece, il visitatore è circondato da contenuti, tra proiezioni gigantesche dei possibili scenari del futuro, dove la comunicazione sarà presente in ogni gesto, e animazioni che si attivano con lo sfioramento di un cubo centrale. maggiori informazioni sulla mostra “150 anni dedicati al futuro” di Poste Italiane sono disponibili sul sito web dedicato.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > Mostra di Poste Italiane: 150 anni dedicati al futuro