Pisa ospita la mostra Wassily Kandinsky – Dalla Russia all’Europa

Wassily Kandinsky

Pisa si conferma città d’arte e dell’arte, ospitando una nuova mostra dedicata ad uno degli artisti più grandi di ogni tempo. Dopo avere richiamato 250.000 visitatori all’ombra della torre pendente con Chagall, a Mirò e Picasso, l’attenzione del pubblico si sposta su Wassily Kandinsky, maestro russo padre dell’astrattismo. Dal 13 ottobre 2012 al 3 febbraio 2013, infatti, il BLU – Palazzo d’arte e cultura ospita “Wassily Kandinsky. Dalla Russia all’Europa”, esposizione che conta su un nucleo di 50 opere provenienti dal Museo di Stato di San Pietroburgo e da altri celebri musei russi.

In particolare, la mostra dedicata a Kandinsky si sofferma sul periodo compreso tra il 1901 e il 1922, ovvero dagli inizi fino all’addio alla Russia sovietica, quando l’artista viene chiamato da Gropius per insegnare Bauhaus con Paul Klee.

Lungo il percorso espositivo, aperto da una sezione sulle radici visive e concettuali dell’opera del maestro russo, il visitatore potrà scoprire i primi dipinti nati in atmosfera simbolista, passando per il periodo di Murnau e il momento in cui Kandinsky diventa il trait d’union con le avanguardie occidentali, fino all’ultimo periodo della sua permanenza in Russia. Curata da Eugenia Petrova con Claudia Beltramo Ceppi, la mostra offre anche preziosi spunti di confronto e condivisione con opere selezionate di artisti quali Gabriele Munter, Alexej Jawlensky, Marianne Werefkin e Arnold Schonberg.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Arte & Libri > Pisa ospita la mostra Wassily Kandinsky – Dalla Russia all’Europa