Roma: Arte e Regioni. Regioni e Testimonianze d’Italia al Vittoriano

Italia

L’esposizione romana offre alle regioni la possibilità di presentare non solo il loro eccezionale patrimonio storico, culturale, tecnologico e industriale, ma anche la nuova identità che si è venuta costruendo in 150anni di vita e, più in particolare, negli ultimi quaranta.

Non a caso, in occasione dei due anniversari dell’Unità d’Italia, i due eventi chiave delle celebrazioni furono proprio le mostre dedicate alle Regioni che si tennero a Roma nel 1911 e a Torino nel 1961.

Con la mostra “Regioni e Testimonianze d’Italia”, a 150 anni dall’Unità d’Italia, le diverse Regioni potranno mostrare il lungo e articolato percorso che ne ha caratterizzato l’evoluzione a realtà amministrative concrete. In quest’ottica, Roma 2011 non poteva non ricollegarsi idealmente e materialmente alla prima mostra delle Regioni, quella tenuta a Roma nel 1911. Quelle celebrazioni cambiarono radicalmente il volto della città ed oggi, cento anni dopo, molti dei luoghi che ne furono protagonisti ospiteranno una nuova mostra in una dialettica simbolica tra passato e futuro, tra le radici della nazione e i progetti dell’avvenire.

Con la mostra “Regioni e Testimonianze d’Italia”, attraverso opere d’arte, oggetti, fotografie, vite di personaggi simbolo, video, pannelli, le Regioni e le grandi aziende nazionali sono chiamate a portare la propria testimonianza del lungo e articolato percorso di questi 150 anni che ha caratterizzato l’evoluzione del nostro paese mediante il racconto dei protagonisti, delle realizzazioni e delle eccellenze che nel corso degli anni ne hanno segnato il carattere. Potranno presentare le tappe che hanno contribuito a formarne l’immagine e come questa si è relazionata con la storia del territorio e si è integrata nella tradizione nazionale.

1

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Arte & Libri:

    1 commento

    1. Mario Saccà scrive:

      E’ una mostra sulla disunità d’ Italia. Poche regioni negli stands del Vittoriano. Le altre sparse nella città senza che la reception abbia una mappa delle diverse esposizioni regionali da dare ai visitatori. Forse qualche regiuone è meglio non farla apparire o vergognarsene? Sarebbe stato utile esporre i costi di questi enormi ed inutili carrozzoni, causa del disastro della spesa pubblica. Aboliamole e torniamo a Mazzini che fu anti federalista, purtroppo inascoltato.

JUGO > Arte & Libri > Roma: Arte e Regioni. Regioni e Testimonianze d’Italia al Vittoriano