2015: sterile una coppia su tre

Ledger, direttore di una clinica per la fecondazione
assistita, ha parlato del preoccupante aumento dei casi di sterilità in
occasione della conferenza della Società Europea di Riproduzione Umana e Embriologia, organizzata
a Copenaghen. Stando ad uno studio condotto sulla
popolazione inglese, il problema riguarda già una coppia su sette, costretta,
per avere dei figli, ad avvalersi dell’aiuto della fecondazione assistita. Nei
prossimi dieci anni il fenomeno potrebbe estendersi ulteriormente, arrivando a
toccare direttamente più del 30% della popolazione. Secondo Ledger, le cause di
tale aumento dei casi di sterilità sarebbero da ricercare in fattori come
l’obesità, il fumo, il ritardo nell’età scelta per avere figli e nella
diffusione delle malattie sessualmente trasmissibili. Per confermare le poco
incoraggianti previsioni, basta pensare che in Gran Bretagna una ragazzina su
sei è obesa e che, di conseguenza, in età adulta potrebbe avere dei problemi
di sterilità causati dal sovrappeso. E’ necessario – sostiene il
professore – che gli stati nazionali riconoscano la sterilità come una
malattia. I servizi sanitari dovrebbero quindi trattarla come tale, offrendo ai
propri cittadini almeno un trattamento di inseminazione artificiale.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > 2015: sterile una coppia su tre