24 settembre: torna la Giornata per il Cuore

Secondo gli esperti, infatti, l’età del cuore non è quella anagrafica ma quella che l’individuo riesce a costruire negli anni. Oltre alla genetica, un ruolo importante è quello giocato dal contesto, ovvero dall’imprinting sullo stile di vita ricevuto nella prima età dalla famiglia e nell’ambiente, dalle abitudini alimentari consolidate nella vita adulta, dall’esercizio fisico e dalla vita intellettuale attiva. In Italia, così come negli altri paesi industrializzati, lo sviluppo demografico degli ultimi decenni è stato contraddistinto da un significativo incremento della popolazione anziana, la più soggetta al rischio di patologia cardiocerebrovascolare.Grazie alla medicina moderna, grossi passi avanti si sono fatti nella diagnosi e nel trattamento, anche grazie ad un primo impegno dei Governi dei Paesi occidentali in interventi allargati di prevenzione. Compito della settima edizione della Giornata, come già negli anni precedenti, è quello di raggiungere il grande pubblico attraverso un programma articolato di comunicazione, portando una serie di messaggi utili a sensibilizzare i cittadini, gli operatori sanitari e le istituzioni sul tema dei quest’anno. Il 24 settembre, inoltre, l’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO), con lo slogan "Mantieni giovane il tuo cuore", propone l’apertura al pubblico dei reparti di Cardiologia di oltre 230 ospedali italiani dove medici e infermieri illustreranno ai cittadini come mantenere giovane il cuore.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > 24 settembre: torna la Giornata per il Cuore