30 denunce per sblocco videofonini 3

Ma in questo si sbagliano. La notizia è di qualche giorno fa, ma riteniamo che sia comunque importante parlarne. La Polizia Postale di Mantova ha infatti denunciato 30 persone per la detenzione e diffusione abusiva di codici per la rimozione dell’”operator lock” inserito nei videofonini della “3″. Il gestore H3G integra infatti nei propri cellulari un “blocco” che impedisce l’utilizzo dei dispositivi con schede di altre compagne telefoniche. Proprio la “3″ ha presentato una querela per denunciare operazioni illegali di sblocco di alcuni apparecchi. Le indagini della Postale hanno così portato all’emissione di 30 decreti di perquisizione domiciliare in undici regioni italiane: Abruzzo, Campania, Lazio, Lombardia, Toscana, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Veneto. L’operazione di rimozione dell’”operator lock” avveniva con differenti sistemi, anche in base al tipo di videofonino da sbloccare. I metodi possono prevedere la semplice immissione di un codice attraverso la tastiera, il collegamento del telefonino tramite cavo Usb a un personal computer connesso a Internet, che scaricava il software apposito, o il collegamento del videofonino a una clip con installato il software di sblocco.Una volta sbloccato, il telefonino risultava abilitato per l’utilizzo con le schede sim di qualsiasi altro operatore di telefonia mobile.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > 30 denunce per sblocco videofonini 3