A Christmas Cornucopia: Annie Lennox natalizia

Lodevoli le finalità del progetto legato all’uscita del single: "Tutti i proventi che percepirò per Universal Child saranno versati alla Annie Lennox Foundation". La Annie Lennox Foundation, lo ricordiamo, è una associazione di beneficenza che raccoglie denaro per progetti che sostengono cure ed educazione di donne e bambini in Africa colpiti dal virus HIV."Conosco da sempre queste canzoni, queste carols, le canto da quando ero bambina," dichiara l’autrice e cantante a proposito di "The Holly And The Ivy", "Silent Night", "The First Noël" e altri brani meno conosciuti come "Il Est Né Le Divin Enfant" e "Lullay Lullay". "Semplicemente, sono parte di me, una parte integrante della mia esistenza. Non è quindi una scelta casuale. La mia profonda relazione con queste canzoni esisteva ben prima che cominciassi a registrarli".La musica dell’album è in buona parte eseguita dalla stessa Lennox, in collaborazione con il produttore Mike Stevens, e registrata nel suo studio di Londra. Ma per realizzare integralmente le sonorità che Annie Lennox aveva in mente per rivitalizzare i brani, i due hanno lavorato anche con un’orchestra di trenta elementi nei Pinewood Studios. E non solo: i cori sono stati registrati in Sud Africa con l’African Children’s Choir, un’organizzazione con la quale Annie Lennox, appassionata attivista benefica, da tempo collabora.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > A Christmas Cornucopia: Annie Lennox natalizia