A luglio il Sannio FilmFest 2005

Particolare attenzione, però, sarà prestata alla categoria dei costumisti e degli scenografi, autentici artisti che lavorano instancabilmente dietro le quinte, e che attraverso le loro opere, continuano a far conoscere e stimare una scuola, quella italiana, invidiata in tutto il mondo. La manifestazione si articolerà
nell’arco di nove giornate, fra proiezioni di film in costume e una copiosa serie di mostre, concerti, convegni ed incontri con i protagonisti. il nutrito programma del Sannio FilmFest edizione 2005, prevede, tra
l’altro, la partecipazione di alcuni gruppi storici che animeranno il borgo medievale con le loro ricostruzioni. Il pubblico del festival potrà così passeggiare idealmente nella storia e respirare il clima degli studi di Cinecittà, disseminati di attori e comparse in abiti storici di provato rigore filologico. I
“rievocatori”, o con termine più tecnico i “re-enactors”, sono dei veri e propri cultori delle epoche che rappresentano, dalle armi ai costumi, alla gestualità al linguaggio.
La giornata conclusiva del festival sarà dedicata ad una tavola rotonda, in cui re-enactors e addetti ai lavori potranno colloquiare e mettere a confronto le loro esperienze. In occasione del festival sarà, inoltre, presentato il primo
“annuario dei gruppi storici italiani” che consentirà a tutti i gruppi di rievocazione storica di farsi conoscere attraverso schede di presentazione arricchite da fotografie e dai riferimenti utili per eventuali contatti. Questa pubblicazione, curata da Susanna Tartari, sarà distribuita fra gli addetti ai lavori, case di produzione, agenzie di casting, Rai Trade, Rai Cinema, Cinecittà Holding, sia italiani che stranieri (il Sannio FilmFest dialoga attivamente con i festival di Venezia e di Cannes).
Anche
quest’anno, poi, un autorevole giuria assegnerà gli ormai noti Capitelli d’Oro: un riconoscimento che tende a valorizzare e premiare quelle pellicole italiane che si contraddistinguono per la ricercatezza e
l’originalità dei costumi e delle scenografie; un premio prestigioso, realizzato da maestri napoletani, attraverso una fusione di oro, ottone e titanio, raffigurante un capitello
d’oro avvolto da una pellicola cinematografica. Concorrono ai Capitelli d’oro le produzioni italiane della stagione cinematografica in corso nelle seguenti categorie: miglior film, miglior costumista, miglior scenografo, miglior attore, attrice e giovane esordiente. Infine, in
concomitanza con il Sannio FilmFest si terrà il la
“Scuola Mediterranea del Costume”, un campus realizzato in collaborazione con il
Centro Sperimentale di Cinematografia di
Roma, cui parteciperanno i beneficiari di 15 borse di studio. Diretto dal presidente del Festival Giulia Mafai in collaborazione con lo scenografo Paolo Petti, il campus prevede, nei 10 giorni di full immersion, lo studio, la ricerca e
l’approfondimento della storia e delle tecniche scenografiche e di costume con attività teoriche e pratiche, laboratori, proiezioni e incontri con i migliori costumisti e scenografi italiani.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > A luglio il Sannio FilmFest 2005