A Senigallia va in scena Pane Nostrum

Per quattro giorni, la spiaggia di velluto si fa ancora più morbida e invitante, Senigallia diventa la città dell’arte bianca e i visitatori possono scoprire storia e geografia del pane, possono imparare a distinguere un pane dall’altro, a scegliere e acquistare in modo consapevole, a fare il pane da soli."Pane Nostrum" non è una semplice vetrina espositiva dove vige il "guardare e non toccare", è un’occasione per conoscere un alimento che mangiamo tutti i giorni senza pensarci. Conoscerlo grazie a chi lo fa, i maestri panificatori al lavoro, tra impasti e racconti. Conoscerlo con tutti i sensi e vederlo nascere, prendere forma, lievitare, indorarsi, diventare fragrante e pronto da mangiare fumante. Tante e tali sono le varietà del pane in tutto il mondo che ogni anno "Pane Nostrum" decide di concentrarsi su un tema o un’area specifica. I protagonisti di questa edizione sono i "Pani del grande freddo", quelli tipici di alcune regioni del nord Italia e nord Europa: Irlanda, Belgio, Olanda, Inghilterra, Germania, Francia, Trentino Alto Adige, Piemonte e naturalmente, come ogni anno una sezione speciale dedicata alle Marche.Tra le aree più apprezzate da pubblico di Pane Nostrum quella dei corsi di panificazione. Le iscrizioni ai corsi gratuiti per adulti, che si svolgeranno nell’aula didattica dei Giardini della Rocca il 21, 22 e 23 settembre (primo turno 18.30/20.30, secondo turno 21/23), sono già aperte. Il numero è limitato e dato il successo della scorsa edizione, è consigliabile prenotare per tempo. Il numero a cui rivolgersi per le prenotazioni dei corsi di panificazione è sempre 338.4861951. Oltre quelli per adulti, sono infatti previsti e attesi anche corsi riservati ai più piccoli: “Mani in pasta! – Il gioco di fare il pane”, sempre ai Giardini, tutti i giorni dal 20 al 23 settembre, dalle 15.30 alle 17.30. La novità di quest’anno è la sezione riservata alla celiachia con relativo corso di panificazione che si svolgerà giovedì 20 settembre alle 19.30. "Pane Nostrum", infine, tornerà a proporre anche la "Notte dell’Arte Bianca": sabato 22 il profumo di pane si attarda e i maestri rimangono a panificare fino a notte fonda, accompagnati da musica dal vivo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > A Senigallia va in scena Pane Nostrum