Acquisti online: Ipsos premia PayPal

La protezione delle informazioni finanziarie fornita da PayPal piace infatti al 61% delle persone che lo usano ed il 77% ha addirittura aumentato la propria attività di e-shopping dopo l’iscrizione al servizio. La ricerca "Italiani e pagamenti online: una questione di fiducia" ha voluto sondare l’atteggiamento degli Italiani verso i pagamenti online, la percezione del grado di sicurezza, il loro comportamento e il livello di fiducia nell’acquisto via internet. Condotto da Ipsos per conto di PayPal, lo studio consente di delineare l’identikit di chi maggiormente si dedica all’e-shopping. Emerge così che nonostante lo shopping sia da sempre considerata una prerogativa femminile, chi più acquista online è uomo e che a fare più spese via internet, tra coloro che usano PayPal, sono soprattutto i giovanissimi (fascia 18 e i 24 anni) e coloro che vivono nel Centro Italia. Pur se soddisfatti del servizio, anche chi fa spese in rete con PayPal è preoccupato da due aspetti tipici del commercio elettronico: il mancato recapito della merce acquistata ed i tempi di attesa troppo lunghi per la consegna. Paure logiche, ma che contrastano con il dato che vede il 73% degli utenti PayPal compiere l’acquisto di un prodotto o un servizio, almeno una volta al mese. Nel periodo natalizio, inoltre, ben il 93% degli utenti ha comprato almeno uno o più regali dal suo computer (in media 3,3 oggetti). Ma quanto spendono in media gli italiani online? Chi usa PayPal tende a spendere un po’ di più rispetto a chi usa altri metodi di pagamento: in media 110 euro ad acquisto, contro i 109 euro di chi non usa PayPal ma è utente eBay, e i 103 euro di chi non è utente nè PayPal né eBay. Tra coloro che usano PayPal, sono in particolare gli uomini e chi risiede nel Centro Italia a spendere di più per gli acquisti online, con un valore di spesa media rispettivamente di 112 euro e 123 euro. Se Elena Antognazza, Responsabile Marketing di PayPal, si dichiara soddisfatta per i risultati ottenuti dalla società, Gianluca Castelnuovo, del Laboratorio di Psicologia – Istituto Psicologico Italiano, ha dichiarato: "Viviamo in una società dedita al controllo dove ogni persona desidera avere sotto controllo tutto quello che fa, oltre che sé stesso. Questa situazione si ripete anche nel mondo virtuale delle transazioni dove la mancanza di punti di riferimento tradizionali porta spesso a blocchi emotivi che interrompono le operazioni online. Diventa dunque importante fornire all’utente continue rassicurazioni per rendere più umano il medium tecnologico".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Acquisti online: Ipsos premia PayPal