Addio Humphrey, gatto d’Inghilterra

Humphrey, almeno secondo il tabloid "The Sun", lascerà un vuoto incolmabile: "La politica mondiale – recita il giornale – piange la morte di una leggenda". In effetti, la storia di Humphrey è davvero curiosa. Tutto ha inizio quando nell’ottobre del 1989 l’allora gattino di appena un anno riesce ad intrufolarsi in casa di Margaret Thatcher. Un gesto che vale al regal micio un’adozione ed il nome di Humphrey, in onore di Sir Humphrey Appleby. Dopo essere rimasto "in servizio" durante i governi di Margaret Thatcher e John Major, il 13 Novembre del 1997, Humphrey si ritira "a vita privata" in seguito all’avvento di Tony Blair, in quella che i membri dell’opposizione conservatrice giudicarono come una scelta dettata dalla moglie Cherie. Nel 2005, The Daily Telegraph invocò addirittura un "Freedom of Information Act 2000" per richiedere informazioni sulla vita di Humphrey in quel di Downing Street. La notizia del decesso di Humphrey era già stata comunicata il 25 settembre del 2005, ma poi smentita dallo stesso Primo Ministro. Questa volta, però, "il gatto d’Inghilterra" se n’è andato davvero ed un portavoce di Tony Blair ha dichiarato: "Humphrey sadly died last week some time".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Addio Humphrey, gatto d’Inghilterra