Agip apre il primo distributore di idrogeno

La nuova stazione di servizio può infatti contare su un impianto fotovoltaico, su un sistema eolico con tre generatori e su un impianto di rigenerazione con microturbina a metano. Ma soprattutto integra un impianto di produzione, da elettrolizzatore, ed erogazione di idrogeno per una miniflotta sperimentale di tre auto a combustione interna, due Multipla e un Doblò. L’impianto di Collesalvetti, realizzato con il supporto della Regione Toscana, si contraddistingue quindi per caratteristiche altamente innovative e tecnologiche. Grazie ai pannelli fotovoltaici, ai tre rotori eolici e a una microturbina alimentata a metano, riesce infatti a produrre sia larga parte dell’energia necessaria all’operatività dell’area di servizio e sia idrogeno per la distribuzione. I benefici ambientali previsti sono pari ad una riduzione di emissioni di 135 tons. di Co2 ed un risparmio energetico di circa 40 Tep. Ecco perché quello dell’Eni rappresenta un passo importante verso le nuove frontiere della tutela ambientale e una forte testimonianza dell’impegno dell’azienda nello sviluppo sostenibile. In questo senso, ricordiamo che la Rete Agip è stata la prima a distribuire in Italia dal 1987 benzine senza piombo e a produrre dall’inizio degli anni ’90 gasolio a basso tenore di zolfo, nonché ad offrire prodotti come BluDiesel, BluSuper, gasoli e benzine senza zolfo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Agip apre il primo distributore di idrogeno