AIE: la metà degli italiani usa internet

Secondo l’indagine, a fronte di un solido 45% di
irriducibili “analfabeti informatici”, si può rilevare un numero
sempre maggiore di italiani attenti ai contenuti su internet. Il computer
conquista quindi di diritto il ruolo di strumento per comunicare e informarsi.
Il rapporto sottolinea, inoltre, come le stesse tendenze si possano riscontrare
settore scolastico: su una scala da 1 a 10 gli insegnanti tecnologici (quelli, in altre parole, che più utilizzano le tecnologie) individuano nei contenuti su internet un linguaggio più vicino a quello degli studenti (voto 8,8), l’occasione di un lavoro più stimolante (voto 8,5) e un’opportunità per personalizzare i materiali in ciascuna classe (voto
8,4). Questi sono solo alcuni degli elementi che emergono dal Rapporto 2005 dell’Osservatorio
AIE (Associazione Italiana Editori), un report completo sul approccio
degli italiani con le nuove tecnologie. Lo studio si concentra da una parte sul profilo del consumo di contenuti editoriali digitali all’interno delle famiglie (con una indagine curata dall’Istituto ISPO di Renato
Mannheimer) e dall’altro sull’utilizzo delle tecnologie nel mondo della scuola (con una indagine curata dall’Istituto IARD Franco
Brambilla). L’obiettivo è quello di fotografare l’evoluzione dell’uso delle nuove tecnologie digitali e di rete per accedere ai contenuti editoriali, le conseguenze della loro diffusione sulle dinamiche di consumo culturale e l’impatto che questi cambiamenti possono avere sul settore editoriale e l’industria dei contenuti nel complesso.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > AIE: la metà degli italiani usa internet