Albero di Natale: meglio se vero, ma va curato

Al momento dell’acquisto, la prima decisione da assumere è quella dell’altezza che, secondo la Coldiretti, deve essere fatta tenendo conto della disponibilità economica, con costi variabili da meno di dieci euro fino agli oltre 200, e delle misure delle case che vanno dai 2,7 metri degli appartamenti comuni fino ad oltre 3,5 metri per le più antiche. E’ poi bene che l’albero abbia qualche giorno di tempo per adattarsi al nuovo ambiente e distendere bene i rami, mentre va sistemato solo dopo averlo scosso (per far cadere gli aghi secchi) in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore come stufe e termosifoni e al riparo da correnti d’aria come porte e finestre. Evitate di spezzare i rami con addobbi pesanti, mantenete la terra costantemente umida, non spruzzate neve sintetica o spray colorati.Per quel che riguarda le decorazioni, la Coldiretti precisa, infatti, che è meglio evitare addobbi pesanti per non spezzare i rami e non utilizzare neve sintetica o spray colorati perché l’albero è vivo e respira, mentre la terra va mantenuta umida, ma non eccessivamente bagnata, anche con l’utilizzo di un nebulizzatore.E finita la festa? Se l’albero acquistato ha le radici può essere posizionato all’esterno, sul balcone o piantato in giardino, ricordando che è una pianta che può crescere anche fino a 15-20 metri. "Nonostante i pregiudizi errati – sottolinea la Coldiretti – l’albero vero vince su quello di plastica oltre che nel rispetto delle tradizioni anche nella salvaguardia del territorio poiché gli abeti utilizzati come ornamento natalizio sono in maggioranza italiani e derivano da coltivazioni vivaistiche specializzate situate in terreni svantaggiati altrimenti destinati all’abbandono e al conseguente degrado idrogeologico".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Albero di Natale: meglio se vero, ma va curato