Alcol e giovani: Operazione Naso Rosso

L’iniziativa partirà a marzo 2009 e durerà un anno, con un primo test che verrà effettuato in alcuni locali romani durante il prossimo weekend. Ma in cosa consiste l’Operazione Naso rosso?Oltre ai controlli sulle strade, in dieci regioni italiane scenderanno in campo circa 300 operatori formati dall’Istituto superiore di sanità che, in collaborazione con i gestori delle discoteche (con i quali l’intento è di ricostruire buoni rapporti) coinvolgeranno tutti i collaboratori dei locali per responsabilizzare, informare e offrire ai frequentatori delle discoteche anche la possibilità di effettuare dei test all’uscita con apparecchi per la misurazione del tasso alcolemico. Verrà inoltre sperimentata anche l’esperienza dell’accompagno, sulla base del modello canadese: i giovani in difficoltà verranno caricati su taxi o su pulmini, e si provvederà a riportare anche la loro auto a casa.A questa iniziativa si affiancherà anche un bando di concorso dello stesso ministero delle Politiche giovanili, che mette a disposizione 3 milioni di euro per la "predisposizione di progetti destinati in particolare ai giovani sino ai 35 anni" per la promozione di attività informative, campagne innovative nell’ambito della sicurezza stradale, di sensibilizzazione e di analisi dei fattori di rischio.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Alcol e giovani: Operazione Naso Rosso