Ale e Franz al cinema: La terza stella

Il film, girato tra Cerveteri e gli Studios della Tiburtina (Roma), si avvale inoltre della colonna sonora curata da Massimiliano Pani e Franco Serafini, con quattro canzoni tratte da “Bula Bula”, l’ultimo album di Mina. Ad accompagnare le vicende di Ale e Franz, forse per la gentile intercessione di Massimiliano Pani (il figlio di Mina), ci saranno i brani “Portati via”, “La fin des Vacances”, “Sei o non sei” e “Fever”. La vicenda nasce in un piccolo paese dove fervono i preparativi per l’evento più importante della stagione, la partita di scacchi vivente, che ogni anno viene giocata contro il paese vicino. Tutti ne sono coinvolti: da Piero il macellaio (Stefano Chiodaroli), a Olivia la profumiera (Marica Coco), da Guido il dottore (Amerigo Fontani) ad Ottavio lo stratega (Mauro Pirovano) e naturalmente Ale e Franz. Ale, proprietario dell’albergo “Belvedere”, posto nella piazza centrale del paese, completamente assorbito dal desiderio di migliorarne la qualità, è un uomo deciso, razionale e concreto. La sua vita è complicata però, dalla convivenza difficile e contrastata con il cognato Franz, fratello di sua moglie Linda (Francesca Giovannetti). Franz non è esattamente il cognato che tutti vorrebbero. E’ un soggetto un po’ stralunato, con una visione molto personale del mondo, delle cose e della vita e in più si installa proditoriamente nell’albergo con il proposito di aiutare Ale. Il rapporto tra i due corre costantemente su un filo, basta uno sguardo, una risposta, un sorriso di Franz per far esplodere Ale. Le loro vicende personali verranno travolte dall’arrivo di tre loschi figuri, che complicheranno la vita ai due protagonisti, coinvolgendoli in un’avventura del tutto inaspettata. “La terza stella”, costata 3 milioni di euro, è una commedia di Alberto Ferrari ed è prodotta da Roberto Bosatra, Marco Poccioni e Marco Valsania per Sifulum e Rodeo Drive, in collaborazione con Medusa e Sky. Ale e Franz, in un momento magico della loro carriera, provano così a sbancare il box office dopo i successi di Zelig, ma l’originalità è garantita, assicurano i due: “abbiamo inserito gag tutte nuove”. Alla domanda su di un possibile futuro ancora da protagonisti al cinema, i due poi, hanno così risposto: “Ci piacerebbe continuare”. Intanto, venerdì 11 marzo arriva “La terza stella”… che sia quella buona.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ale e Franz al cinema: La terza stella