Alimenti: il biologico non fa la differenza

Per l’inchiesta, pubblicata sul numero di settembre di Altroconsumo, sono stati analizzati yogurt alla fragola, fette biscottate, frollini integrali, confetture, cereali e latte e valutati diversi parametri, come contaminazione da muffe, residui di farmaci (come gli antibiotici) e di pesticidi e qualità degli ingredienti. I risultati sono sorprendenti e dimostrano che non sempre biologico fa rima con naturalità e semplicità del prodotto.

Negli yogurt, nelle fette biscottate, nei frollini e nei cereali ci sono additivi e grassi di scarsa qualità (come olio di palma e cocco) sia se i prodotti sono convenzionali, sia in molti di quelli biologici. Come sottolinea Altroconsumo, dagli alimenti bio ci si aspetta la presenza di ingredienti diversi, sia perché vengono percepiti come più sani sia perché costano di più. Basti pensare che una colazione a base di prodotti biologici può costare anche il 75% in più di una fatta con prodotti tradizionali. Conforta, quantomeno, la riscontrata assenza di fitofarmaci negli alimenti bio.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Alimenti: il biologico non fa la differenza