Alla scoperta di Be Cool Soundtrack

Nascosto nel profondo della corteccia cerebrale di ogni essere umano c’è un nervetto che inizia a pulsare quando incontra il cool. Non sappiamo da dove venga né dove si trovi, ma una vibrazione ci avverte della sua presenza. Arriva sotto forma di moda, di linguaggio, e, sicuramente ancor più avvertibile, di musica. Molti lo sentono quando ascoltano il funk di James Brown, i groove degli EW&F, o l’energia dei Black Eyed Peas. Così non è un mistero che siano stati scelti per far parte della colonna sonora di “Be Cool”. L’album si apre con “Fantasy” degli EW&F: il cool riconosce sempre il cool!. Gli strappi di basso funk, le onde di strings, gli ottoni squillanti, e le voci setose ci rendono consapevoli di essere entrati nell’anima dei ’70. “Hollywood swinging” dei Kool & The Gang è subito un esempio di un groove senza tempo: i fiati dell’intro sono un vessillo. I Black Eyed Peas si affacciano con “Sexy”, tratto dal loro ultimo album, “Elephunk”. Anche se il brano si sposa con gli altri temi, sarebbe stato bello sentire un gruppo così attivo in una nuova track fatta apposta per questo film. Il latin rapper & hip hop Baby Bash ricrea l’hit radiofonico “Suga Suga” sotto forma di una maglia di pianoforti, di ottoni… in un reggae-remix che rende il pezzo molto più godibile dell’originale. “G’s and Soldiers” dei rappers westcoastiani Planet Asia insieme al dj del momento, Kurupt, propone, in sostanza, il sound per cui il gruppo è esploso sin dal primo storico ep ed è diventato uno dei partner ideali dei migliori artisti del genere del momento (da Eminem a…). Potrebbe sembrare sorprendente che in un album che contiene, in pratica, tutti brani già ascoltati, ci sia un’artista presente addirittura con due track, per di più inedite: stiamo parlando di Christina Milian. La poliedrica artista partecipa al film anche come attrice (è Linda Moon, appunto talentuosa cantante, componente di un cover group femminile, le Chicks International) ed i due brani, “Ain’t No Reason”, un rock… tinto, e “Believer”, una ballad pianistica, sono coinvolgenti ed emozionanti. The Rock, poi, ricicla meravigliosamente “You Ain’t Woman Enough”, un grande brano di Loretta Lynn, ed i 777 sono presenti con “Brand New Old School”. Ancora classiconi fra cui, a dimostrazione che è cool tutto ciò che dà emozioni, anche “Roda”, uno dei brani più importanti della scomparsa artista brasiliana Elis Regina. Altra… chicca, “Be Thankful For What You Got” del pressoché dimenticato William DeVaughn, forse il più incompreso fra gli allievi diretti di Curtis Mayfield. Per non parlare di “The Boss” di James Brown o di “A Cowboy’s Work is Never Done” di Sonny & Cher. A chiusura della… parata “Cool Chili” la colonna sonora originale di John Powell.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Alla scoperta di Be Cool Soundtrack