Allergia occupazionale: cresce il fenomeno

Nuove e numerose le categorie a rischio, esposte ad agenti noti e meno noti, che sono ora studiate dagli esperti della Medicina del lavoro. A rischiare sono infatti professionisti come verniciatori, carrozzieri, operatori sanitari, infermieri, addetti alle pulizie, fornai, agricoltori, tecnici radiologi, ma anche impiegati negli alimentari con particolare sensibilità a spezie e vegetali.Proprio al XXV Congresso della Società di Allergologia e Immunologia Clinica (SIAIC) si parla di questo fenomeno emergente e di come, in Italia, le contromisure siano ancora scarse, in assenza di un programma sull’asma professionale. Inoltre, anche in presenza di una mappatura degli agenti che creano allergia, non esiste ancora una quantificazione del problema. Ciò che è certo è il fatto che i casi sono in forte crescita.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Allergia occupazionale: cresce il fenomeno