Almodovar presenta Volver

Ad affermarlo è lo stesso Pedro Almodovar, in Italia per la consegna dei Nastri d’Argento, che sottolinea: “Con Volver cambierò registro e sorriderò di più. Scegliere un registro tutto femminile mi aiuta e certamente trova riscontro nei miei ricordi personali. Anche per questo lo ambienterò là dove sono nato e cresciuto, soprattutto nel mio paesino prima ancora che a Madrid”.

Non sarà comunque un film “leggero”, assicura Almodovar, in nome di “un binomio socialmente indissolubile della mia terra si alterneranno il sorriso e la morte, la musica e le passioni”. Ritmi tipici del tango e meno pessimismo che ne “La mala educacion”, questo sarà “Volver”. Protagonista della pellicola “al femminile” sarà Penelope Cruz, grande amica del regista spagnolo.

Poi Almodovar mette da parte per un attimo il suo nuovo film e spazia sull’attualità offerta dal panorama cinematografico: “Per l’Oscar sarà una sfida a due fra Scorsese e Eastwood, mentre per il miglior film straniero sono sincero nello sperare che se lo aggiudichi il mio compatriota Amenabar con Mare dentro”. Il regista ha poi le idee chiare su quello che per lui resta il miglior film dell’anno, “è “Eternal Sunshine”, che purtroppo da voi è uscito con l’improbabile titolo “Se mi lasci ti cancello”. Proprio un disastro.”

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Almodovar presenta Volver