Alzheimer: importante allenare il cervello

Lo studio, che ha coinvolto per 14 mesi oltre 300 pazienti malati di Alzheimer e 100 anziani con lievi disturbi della memoria, ha dimostrato che chi ha un alto grado di istruzione o svolge un’attività intellettualmente impegnativa sviluppa una sorta di "cervello di scorta" che rallenta i sintomi della malattia.Anche il cervello, come un atleta in palestra, sviluppa i propri "muscoli" per affrontare al meglio i compiti più impegnativi: si tratta delle sinapsi, i collegamenti tra neurone e neurone indispensabili per il suo funzionamento. Se la malattia danneggia i neuroni e le loro connessioni, un cervello ben allenato se la cava lo stesso, utilizzando tutte le altre, come riserva.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Alzheimer: importante allenare il cervello