Alzheimer: l’obiettivo è il vaccino

Per la "Conferenza scientifica Negri-Weizman 2005", ancora una volta
sono protagonisti i concerti della rassegna "Musica e Ricerca insieme per la Salute", i cui proventi andranno a finanziare i progetti scientifici dell’istituto israeliano e di quello italiano. Proprio la ricerca sulla Malattia di Alzheimer rappresenta per il professor Silvio Garattini una sfida molto difficile, ma di primaria importanza. In tal senso, Garattini ha dichiarato: "Stiamo lavorando per conoscere e prevenire questa malattia. L’idea è quella di creare un vaccino che combatta l’insorgere dell’Alzheimer". La strada del vaccino rappresenta la soluzione più "efficace" anche per Michal Schwartz (Professoressa di Neuroimmunologia) che, in occasione della "Conferenza scientifica Negri-Weizman", ha presentato l’attuale stato della ricerca. Durante l’appuntamento milanese si è poi parlato dei diversi settori della ricerca a cui collaborano il Negri e loWeizman. Tra questi l’epilessia, per la quale la Dr.ssa Annamaria Vezzani ha illustrato due recenti tipologie di approccio farmacologico. Tornando alla rassegna "Musica e Ricerca insieme per la Salute", Garattini ha sottolineato che proprio i fondi sono il vero problema per la ricerca in Italia. "Noi – conclude il direttore del
Mario Negri – per sopperire a questo problema ci affidiamo alla generosità della gente". Buona musica quindi… per la ricerca.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Alzheimer: l’obiettivo è il vaccino