Alzheimer: nuove speranze dal curry

La scoperta, pubblicata sui Proceedings of the National Academy of Sciences, arriva dall’Istituto di Ricerca BioMolecolare Umana (HBRI) di San Diego, dove il professor John Cashman ed il suo team hanno evidenziato l’azione benefica della sostanza presente nei curcuminoidi.Proprio la sostanza presente nella Curcuma, tra gli elementi base del curry, sarebbe infatti capace di stimolare l’azione di alcune cellule immunitarie dell’organismo umano, i macrofagi, capaci di contrastare la formazione delle placche di beta-amiloide.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Alzheimer: nuove speranze dal curry