AMD acquisisce ATI: è nato un colosso

Se nel 2007 AMD intende rilasciare piattaforme customer-centric, sarà però nel 2008 che prenderà vita la possibilità da parte dell’utente di realizzare prodotti e soluzioni esclusivi all’interno di un sistema aperto. Da oggi, microprocessori e schede grafiche (o chipset integrati) saranno progettati da un unico gigante dell’informatica che raggruppa l’esperienza sin qui accumulata da AMD e ATI nei rispettivi settori. Prodotti che, nel settore PC, già annunciano battaglia aperta al colosso Intel.Hector Ruiz, Chairman e CEO di AMD, ha dichiarato: "Siamo convinti che AMD e ATI sapranno promuovere la crescita e l’innovazione dell’intero settore permettendo ai nostri partner di realizzare soluzioni differenziate e scegliere l’offerta migliore". Gli fa eco Dave Orton, Presidente e CEO di ATI, che ha commentato: "L’unione con AMD ci permetterà di essere più aggressivi proponendo nuove soluzioni per la piattaforma PC e continuando a investire significativamente nelle attività consumer per restare all’avanguardia sui nostri mercati".L’operazione di acquisizione di ATI da parte di AMD si potrebbe rivelare vincente, rispetto ai diretti competitors come Intel e Nvidia, soprattutto in previsione del lancio del nuovo sistema operativo Microsoft Windows Vista. Lo stesso Jim Allchin di Microsoft non ha ritardato ad intervenire su questa che è una grande novità per il mondo dell’informatica. "Siamo entusiasti – ha detto Allchin – di quanto AMD e ATI possono realizzare insieme per migliorare l’esperienza di Windows Vista dei nostri clienti".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > AMD acquisisce ATI: è nato un colosso