Anche Fassino applaude Slow Food

Il segretario nazionale dei DS ha infatti dichiarato: "Slow Food è stato capace di dare rappresentanza alle aspirazioni di tanti uomini del pianeta di costruire la propria vita liberandola dalle angosce di uno sviluppo percepito più come fatica che come opportunità. A Slow Food bisogna riconoscere di aver capito che un mondo interdipendente deve assumere il riconoscimento delle identità locali per costruire un’efficace qualità della vita e degli uomini. Su cosa si misura la sostenibilità? Sulla qualità della vita, e la sostenibilità è qualità della vita. Mangiare bene e bere bene è sempre stata un’aspirazione, Slow Food ci ha aiutato a capire che questa aspirazione è diventata oggi un diritto soggettivo".Claudio Martini ha invece voluto ripercorrere l’evoluzione della collaborazione tra Slow Food e la Regione Toscana. Martini ha dichiarato: "Grazie anche a questa collaborazione, la Toscana in agricoltura ha preso definitivamente le distanze dal modello industriale, e rafforzato la resistenza all’introduzione degli ogm. Slow Food ci ha aiutato a capire che abbiamo bisogno di uscire dall’economicismo, e che lo sviluppo è anche fattore umano, specie per noi italiani che non possiamo contare sulla presenza di materie prime per l’industria e non possiamo né vogliamo abbassare il costo del lavoro".

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Anche Fassino applaude Slow Food