Anche in Italia la pillola senza estrogeni

Presentata nel corso dell convegno sulla contraccezione "Modern contraception: meeting women’s needs", svoltosi in occasione del 19esimo Congresso Europeo di Ostetricia e Ginecologia di Torino, la pillola di nuova generazione è priva di estrogeni ma, come quella tradizionale, è capace di inibire l’ovulazione. Con il desogestrel, si vanno a ridurre i rischi di eventuali "effetti collaterali" come nausea, cefalea, tensione mammaria, acne e impatto metabolico, anche se i contraccettivi a base di solo progestinico sembrano determinare irregolarità del profilo mestruale. La ginecologa, endocrinologa e sessuologa dell’Irccs Policlinico S.Matteo dell’Università degli studi di Pavia, la dottoressa Rossella Nappi, ha affermato: "La pillola a base di desogestrel è indicata per le donne che non possono assumere estrogeni, ad esempio, quelle che allattano, fumano, che sono entrate in perimenopausa o che soffrono di malattie autoimmuni e tromboemboliche". Per quel che riguarda l’utilizzo, la pillola "senza estrogeni" va assunta per 28 giorni, senza sospensioni e alla stessa ora, mentre, in caso ci si dimentichi di assumerla nell’orario stabilito, va presa entro 12 ore dalla dimenticanza per mantenerne l’effetto.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Anche in Italia la pillola senza estrogeni