Ancona: Paolo Icaro alla Pinacoteca Comunale

Due sculture-installazioni entreranno in dialogo, nella sala del Cinquecento veneziano, con Sebastiano del Piombo e Lorenzo Lotto. L’ombra della scultura di Icaro che avvia un dialogo silenzioso e poetico con l’ombra proiettata dall’uomo sul libro nel Ritratto di Francesco Arsilli; mentre per Lorenzo Lotto il dialogo è l’opera Madonna col Bambino nota come Pala dell’Alabarda, dove ogni linea sembra spingere la Madonna, vestita del suo splendido manto blu, verso la gloria dell’incoronazione.Qui l’azzurro unisce la stele di Icaro con lo splendido manto blu della Madonna mentre lo spazio dipinto sublima i contorni della tela quasi ad entrare, nella suggestione delle cromie, in un tempo ed in uno spazio diversi. Una frattura della linearità in cui l’intervento contemporaneo non rappresenta più una semplice associazione o confronto: due stele, due presenze, due inattesi visitatori si relazionano con le suggestioni di due antichi Maestri. Un dialogo fatto di suggestioni estetiche, di luci, di ombre e di colori.Al piano terra della Pinacoteca, nella sala mostre, circa 30 disegni e composizioni di Icaro, narrano il suo percorso artistico. Alcuni sono inediti, altri vengono esposti per la prima volta in Italia. Un privilegio da cogliere. La mostra di Paolo Icaro ad Ancona è curata da Gabriella Papini e Stefano Verri, con Massimo Di Matteo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Ancona: Paolo Icaro alla Pinacoteca Comunale