Ancora sequestri da parte dei Nas

Le numerose irregolarità riscontrate hanno determinato una serie di provvedimenti a tutela della salute dei cittadini: sette panifici e una pescheria sono stati chiusi per gravi carenze igieniche, un’azienda produttrice di capperi è stata messa sotto sequestro, mentre l’attività di tre ristoranti è stata sospesa. I militari hanno anche sequestrato cospicue quantità di prodotti: 13mila bottiglie di prosecco, 4mila ettolitri di vino, 12mila bottiglie d’acqua minerale, 35 chili di prodotti alimentari scaduti, 12mila bottiglie di birra, 600 lattine di vino, 180 bottiglie di salsa di soia, un intero deposito di alimenti, una cisterna da 214 litri di latte fresco preveniente da un allevamento colpito da brucellosi. Al fine di verificare ogni fase della filiera produttiva, i controlli hanno inoltre coinvolto le aziende zootecniche. In questo caso si è reso necessario il sequestro di 429 capi ovi-caprini non sottoposti ai piani di risanamento per le malattie infettive, di un intero allevamento di bestiame al quale era somministrato betametasone, sostanza farmacologica non consentita, e di un’azienda agricola che utilizzava, ad uso veterinario, medicinali scaduti e non abilitati. Il Ministro della Salute Girolamo Sirchia ha espresso vivo apprezzamento per l’operazione dei Nas che dimostra la costante vigilanza nei confronti di coloro che pongono a rischio la salute dei cittadini.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Ancora sequestri da parte dei Nas