And Wii, will change everything

Dal suo nome in codice "Revolution" ci siamo velocemente abituati a chiamarla semplicemente Wii, e come mamma N ormai ha abituato i suoi fan, Wii innova e percorre strade nuove. Ma per molti la domanda rimane la stessa: cos’è Wii e cos’ha di particolare?Mentre le sue principali concorrenti optano di base "per la forza bruta" avendo dalla loro grafica in alta definizione e harware capaci di gestire Teraflop di dati, la casa di Kyoto ha deciso di creare una console meno potente ma più performante, con l’intenzione d’evitare a livello hardware l’effetto "collo di bottiglia".
Wii quindi non sarà una console di "next gen", termine utilizzato per i salti generazionali tra console, ma di "NEW generation". La strada della "new gen" già percorsa da Nintendo colla sua già nominata console portatile "Nintendo DS", dove lo scopo primario è innovare, in modo che giocare sia più semplice e alla portata di tutti, ma non per queto meno appagante.
Al posto di un "pad convenziale" avremo tra le mani un telecomando, chiamato "Wiipad", questo piccolo e comune utensile sarà equipaggiato di una tecnologia nuova nel mondo dei videogiochi, "accellerometri" e "giroscopi".Questi ultimi permettono alla console, con precisione millimetrica, di captare ogni singolo movimento del pad nello spazio, si potrà girare, muovere orizzontalmente, verticalmente e pure diagonalmente, in qualsiasi direzione a qualsiasi velocità. Da aggiangare tramite cavo in più ci sarà un ulteriore congegno, con le sue stesse caratteristiche, esso é chiamato nunchaku.
Il Wii non avrà una grafica in HD ma il Wiipad sembra riuscire a compensare questa mancanza senza troppi problemi, la libertà d’utilizzo é incredibile, limitata solo dalla fantasia degli sviluppatori.Ma torniamo alla console vera é propria, cosa offrirà ancora il Wii? Un nuovo sistema di input non é sufficiente per avvicinare i non gamer ad una console, ed é qui che mamma N stupisce ed innova ancora una volta, basta pensare che una console serva per giocare, Wii serve ANCHE per giocare.
Grazie alla connesione fissa, tramite Wii potrete navigare in internet, leggere le ultime news, veder che tempo fa, e gestire foto e piccoli video. Tutto questo comodamente seduti sul divano e davanti alla tv, usando come mouse il Wiipad. Wii quindi servirà come mezzo di informazione, utile e semplice da usare per tutti i membri della propria famiglia, tutto a portata "di mano".Ritorniamo ora allo scopo madre di ogni console, il giocare, Wii oltre ad utilizzare i giochi per lui ideati sarà completamente compatibile con i giochi del Nintendo Gamecube, ma sopratutto permetterà di scaricare vecchie glorie dei sistemi più vecchi quali NES SNES e N64, il tutto naturalmente previo pagamento. Questi giochi, chiamati "retrogames" saranno scaricabili dalla rete direttamente dal menù apposito del Wii e automaticamente salvati nella memoria della console.Per giocare a parte di questi giochi si potrà usare direttamente il Wiipad che, data la sua particolare forma, verticalmente assomiglia in tutto e per tutto ad un pad con croce direzionale e due pulsanti, come quello per il NES, per i giochi che richiedono più tasti invece sarà in vendita un "classic pad", anch’esso da agganciare al Wiipad al posto del nunchaku e avrà una forma simile ad un ibrido tra il pad dello SNES e dalla playstation.Nuova console, nuova concezione e nuove oppurtunità, oppurtunità che da quello che Nintendo ha presentato finora dimostrano d’avere buone potenzialità per diventare una console vincente, alla portata, non solo degli appassionati, ma anche di tutta un’utenza che mai avrebbe pensato di potersi avvicinare a questo mondo in costante crescita anno dopo anno, e che diventa sempre più più complesso e macchinoso.L’uscita del Wii é prevista in Europa l’8 dicembre, con una "line-up" di circa 20 titoli, tra cui "The Legend of Zelda:Twilight princess" già annunciata come "killer application". Nell’attesa di provare con mano l’innovazione alle porte non si può far altro che aspettare e augurare alla grande N tanti auguri per i suoi ben 117 anni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > And Wii, will change everything