Andy Warhol a Roma con circa 80 opere

Realizzata in collaborazione con The Warhol Museum di Pittsburgh, la mostra viene curata da Gianni Mercurio e presenta circa 80 opere su tela, per lo più di grande formato, fotografie e video provenienti dagli archivi del museo statunitense. L’esposizione vuole approfondire un aspetto poco conosciuto dell’arte di Warhol: il suo legame con la spiritualità e la religione, ridefinendo la complessità umana dell’artista, il rapporto vita-morte nelle opere. Significativa, a tal proposito, è la scelta dell’opera che da il nome alla mostra, quella Repent and Sin No More! realizzata nel 1986 nella serie Late Advertising.La mostra presenta, inoltre, la serie di dipinti con le figure "iconiche" dei suoi primi quadri che lo hanno reso celebre, Marilyn, Marlon Brando, Jackie Kennedy rapprersentata nel giorno dei funerali del presidente assassinato, Liz Taylor (che si diceva all’epoca avesse un tumore senza speranza); in alcune opere i ritratti di Marilyn and Jackie appaiono su uno sfondo d’oro (Golden Marilyn e Golden Jackie), perché il fondo oro nelle icone bizantine è simbolo di eternità. Al Chiostro del Bramante anche la serie dei Disaster del 1963 con le immagini degli incidenti automobilistici e delle vittime tratte dalle pagine dei giornali e "resuscitati" sulle tele nel loro orrore, solo apparentemente tacitato una volta che non è più in prima pagina. La vivacità e la modernità artistica di Andy Warhol saranno dunque il piatto forte della corposa mostra tematica "Pentiti e non peccare più!", un invito alla scoperta di quanto c’è di "immortale" nelle opere d’arte dei grandi maestri.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Andy Warhol a Roma con circa 80 opere