Angelina Jolie è ancora una cattiva ragazza, ma solo per Brad Pitt

Angelina Jolie in copertina

Brad Pitt non ha mai nascosto la volontà di sposare Angelina Jolie, l’ex “cattiva ragazza” di Hollywood che sembra finalmente aver messo la testa a posto. Al momento, però, Brad deve accontentarsi dei cambiamenti in atto nel modo di vivere della sua compagna. Intervistata dal mensile Myself, in edicola dal 19 gennaio, la Jolie rivela che a cambiarla sono state le numerose esperienze nelle zone di guerra, come quelle raccontate nel nuovo film “Nella terra del sangue e del miele”, da lei stessa diretto e prodotto e prossimo al debutto in Italia.

Come l’ha cambiata visitare zone di guerra in giro per il mondo? “Mi ha cambiata per sempre, fin dal primo viaggio che ho fatto. Non sarò mai più autodistruttiva, non darò per scontato che la mia famiglia sia al sicuro, che quando mi alzo al mattino so dove sono i miei figli”.

L’autodistruzione citata da Angelina Jolie è quella di una giovinezza sfrenata, dove non sono mancate, per sua stessa ammissione, esperienze estreme di sesso e droga. Ma la bad girl esiste ancora? Oggi 36enne, l’attrice rivela: “Ma io sono ancora una ragazzaccia. Non è scomparsa, ha solo trovato la giusta collocazione: appartiene a Brad e alle nostre avventure. Si, sono sopravvissuta a periodi veramente cupi e difficili. Fortunata. Detto questo, penso che esista anche un altro tipo di rischio: vivere senza mai tentare qualcosa di coraggioso, senza farsi mai venire la pelle d’oca”.
E’ anche per questo motivo che Angelina si dedica, oltre al cinema, anche alle cause importanti: “Adoro questo mestiere (quello di attrice, ndr), e ne apprezzo tutti i vantaggi. Ma non mi identifico con l’aspetto hollywoodiano della mia vita: è solo una piccolissima parte del mondo e di quanto vi sta accadendo. Non ho mai perso il senso delle cose: la mattina mi sveglio e sono una mamma”.

Ha sei bambini: due nati in Asia, due in Africa e due in Francia. Come si regola con l’educazione religiosa, lei ne ha avuta una cattolica? “Mamma era cattolica, seguiva gli insegnamenti di Gesù, ma mi ha fatto conoscere le altre religioni. Anch’io parlo ai miei figli di tutte le religioni del mondo. Ci capita di lavorare con le persone più diverse, e quindi ai bambini diciamo: ‘Vedi, quel tuo amico è musulmano e crede in determinate cose, quell’altro è ebreo e ha idee differenti, quello è cristiano’, e così via”.

Sia sincera: è brava nel ruolo di mamma? “Faccio del mio meglio, ma non sarò mai come mia madre”. Chissà allora com’è Angelina Jolie nel ruolo di compagna di Brad Pitt e, forse a breve, come sarà in quello di moglie…

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Angelina Jolie è ancora una cattiva ragazza, ma solo per Brad Pitt