Antiossidanti: Brandy dopo il caffè

Dopo la recente riabilitazione del caffè e delle sue qualità antiossidanti, spetta infatti a Gordon Troup e Steve Langford il merito di aver scoperto le qualità del Brandy che, se assunto in modiche quantità, può avere proprietà benefiche. Secondo gli esperti, infatti, 30 ml della bevanda alcolica conterrebbero gli stessi antiossidanti della razione giornaliera di vitamina C comunemente consigliata. Nello specifico, spiega Gordon Troup, il Brandy contiene antiossidanti in modeste quantità, ma costituiscono una parte fondamentale. La novità della ricerca, che presto verrà estesa anche al whisky, consiste nel fatto che sino ad oggi erano in molti a credere che le proprietà antiossidanti fossero assenti in bevande alcoliche soggette al processo di distillazione. Pur ribadendo che bere alcolici non è mai consigliato (anzi
tutt’altro), sembra che un bicchierino, ogni tanto e con moderazione, non faccia poi così male.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Antiossidanti: Brandy dopo il caffè