Antiquari a Venaria – IV Biennale di Torino

Raffinate e preziose testimonianze del passato – dai mobili ai dipinti, dai gioielli ai tessuti, dai libri alle incisioni, dagli arredi alle sculture – presentate in un luogo artistico e storico ineguagliabile. Antiquariato di qualità, dunque, rigorosamente selezionato, esaminato e valutato da un Comitato Scientifico composto da eminenti storici dell’arte ed esperti, tra il meglio di quanto il settore possa proporre oggi sul mercato.Con una novità importante rispetto alla tradizione: per la prima volta, infatti, alle grandi testimonianze antiquarie si affiancheranno opere, soprattutto dipinti, dell’arte moderna e contemporanea a testimonianza che l’opera d’arte e il bello sono valori senza tempo, non condizionati da uno stile o da un’epoca storica. Un affascinante viaggio nei secoli e sino ai nostri giorni attraverso l’arte, la cultura e la bellezza. Ebanisteria e intarsi, dipinti su tavola e su tela, libri e arredi dei "secoli d’oro" dell’antiquariato, ma anche, pertanto, opere delle correnti artistiche contemporanee più avanzate.Tra le opere d’eccezione presenti in mostra, un Renoir (Portrait of Mademoiselle Marthe Le Coeur), un Boldini (L’ultimo sguardo allo specchio) e un pendente in smeraldo da oltre 40 carati raffigurante la Contessa di Castiglione, commissionato a Castellani da Napoleone III.L’allestimento, audace e raffinato, si articolerà su un’area espositiva di oltre 2.000 metri quadrati, nella scenografia dei maestosi spazi della Scuderia Grande e, per la prima volta, della spettacolare Citroniera Juvarriana, finalmente riaperta al pubblico dopo anni di restauro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Antiquari a Venaria – IV Biennale di Torino