Apre Zopa.it: rivoluzione per i prestiti

Maurizio Sella, amministratore delegato di Zopa.it, ha dichiarato: "I dati della fase ad invito sono per noi un ottimo inizio e testimoniano che c’è grande voglia di novità nel mondo della finanza personale. Soprattutto c’è voglia di ridare un volto umano alle operazioni finanziarie: Zopa consente infatti ai Richiedenti di trasformare la frustrante esperienza di chiedere un prestito ad una istituzione, in un’esperienza personale e, direi, piacevole". "Per i Prestatori invece, – continua Stella – Zopa è attraente in quanto rappresenta un modo etico ed innovativo di prestare i propri soldi ad un buon rendimento in maniera sicura e trasparente. Per il 2008 abbiamo l’obiettivo di arrivare a 40.000 iscritti e 6.000 membri della comunità che si sono scambiati denaro tra loro."L’obiettivo di quello che è già l’esempio più importante di "finanza 2.0" è di quelli ambiziosi, con il break-even previsto per il 2011 con 300.000 iscritti, più di 60.000 membri coinvolti in scambi di denaro e più di 100 milioni di euro di prestiti erogati. Secondo gli stessi realizzatori del sito, la forza di Zopa risiede sulla creazione di una comunità online nella quale i Richiedenti (coloro che richiedono un prestito) e i Prestatori (coloro che investono il proprio denaro prestandolo ad altri) possono interagire direttamente tra loro ottenendo condizioni migliori per entrambi. In questo modo, i tassi correnti sono determinati solo e soltanto dall’incontro diretto tra domanda e offerta, senza intermediari. Su Zopa, segnaliamo, i richiedenti possono richiedere prestiti da 1.500 a 15.000 euro per una durata che va da 12 a 36 mesi, mentre i Prestatori possono mettere a disposizione un importo che va da un minimo di 100 euro ad un massimo di 50mila euro, sempre da 12 a 36 mesi. Maggiori informazioni su Zopa.it.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Apre Zopa.it: rivoluzione per i prestiti