Aprilia presenta Atlantic 500 sprint

Il nuovo modello promette caratteristiche di agilità e brillantezza ideali per la guida in città, ma anche l’abitabilità, il comfort, la protezione e le prestazioni tipiche di un 500 cc. E’ proprio al di fuori dalle mura urbane che l’Aprilia Atlantic 500 Sprint riesce a dimostrare al meglio il proprio primato ciclistico. La stretta parentela con la famiglia Atlantic è evidente.

Il design di Atlantic Sprint è caratterizzato da linee tese, senza fronzoli, colorazioni eleganti, un look dinamico ed elegante al tempo stesso. Spazio abbondante per pilota e passeggero, elevata protezione aerodinamica, grande capacità di carico, ergonomia, sicurezza attiva e passiva: questo è il confort promesso dal nuovo scooter Aprilia. L’ampia sella, vanta una conformazione ergonomica con supporto lombare che, oltre ad offrire un alto livello di comfort, offre anche una grande facilità d’utilizzo e un feeling di guida immediato. Gli ingegneri Aprilia hanno studiato attentamente anche la conformazione della pedana, rastremandola in corrispondenza del “passaggio” delle gambe del guidatore, che in questo modo può appoggiare sempre saldamente entrambi i piedi a terra.

Lo scudo anteriore e il parabrezza rialzato offrono una eccezionale protettività dall’aria e dalle intemperie. Il portapacchi incorpora le maniglie del passeggero e consente di montare comodamente un top case senza piastre o aggiuntive. Non delude nemmeno la capacità di carico, elemento sempre importante nella scelta di uno scooter. Sul nuovo Atlantic Sprint l’ampio vano sottosella illuminato è in grado di ospitare un casco integrale e altri oggetti. Il vano è inoltre dotato di una pratica presa di corrente per ricaricare il cellulare. Dietro lo scudo anteriore si trova anche un cassetto portaoggetti, chiuso e protetto da serratura.

Ricca la dotazione di serie, che comprende tra le altre cose l’antifurto elettronico con telecomando. Questo sistema estremamente evoluto, montato per la prima volta su uno scooter, agisce sull’elettronica del motore bloccandolo e rendendolo inattaccabile. Una sirena di forte intensità e le frecce entrano in funzione nel caso di tentata rimozione del veicolo. Tutta la ciclistica è stata progettata per adeguarsi alle grandi prestazioni offerte dal motore 500 cc, con un telaio dalla provata robustezza strutturale, accoppiato ad una nuova forcella e ad ammortizzatori inediti. Grazie a questi interventi, i tecnici Aprilia sono riusciti a progettare uno scooter con una distribuzione dei pesi ottimale che ha consentito di ottenere eccezionali doti di guida e maneggevolezza pur mantenendo una stabilità eccellente.

Il telaio è realizzato in tubi d’acciaio altoresistenziale, con struttura a doppia culla chiusa sovrapposta, studiato per garantire grande rigidezza torsionale e un’elevata robustezza. La forcella teleidraulica con steli da 35 mm di diametro assicura una grande precisione di guida e un ottimale assorbimento dei colpi grazie ad un’escursione di ben 105 mm. Il gruppo motore-trasmissione, funge anche da forcellone oscillante e muove due ammortizzatori a gas. La possibilità di regolare il precarico molla su 5 posizioni, consente di ottenere il massimo dell’efficacia ammortizzante con ogni tipo di carico o di fondo stradale. L’escursione (90 mm) assicura un eccellente filtro per le asperità dell’asfalto. Alle doti di guida di Atlantic Sprint contribuiscono anche i cerchi da 14 pollici calzati con pneumatici tubeless a larga sezione (120/70 all’anteriore e 140/60 al posteriore). Grazie all’utilizzo di due dischi di grande diametro (260 mm per l’anteriore, con pinza flottante a tre pistoncini paralleli, 220 mm per il posteriore), la frenata è sempre potente, sicura e gestibile su qualsiasi tipo di fondo stradale.

Il propulsore di grossa cilindrata che equipaggia Atlantic Sprint è lo stesso che già utilizzano con successo altri modelli della gamma scooter Aprilia. Si tratta di un motore estremamente moderno, monocilindrico a quattro tempi alimentato ad iniezione elettronica, raffreddato a liquido e con distribuzione a quattro valvole comandate da un albero a camme in testa.

Con una potenza massima di 27,5 kW a 6750 giri/min e una coppia di 42 Nm a 5.500 giri/min offre prestazioni di livello assoluto paragonabili a motori plurifrazionati. L’alimentazione sfrutta un evoluto sistema d’iniezione elettronica che, oltre a limitare notevolmente i consumi, permette la gestione ottimale dell’erogazione della potenza e quindi un notevole livello di comfort e piacere di guida.
Aprilia Atlantic Sprint adotta inoltre un catalizzatore che permette il rispetto delle future normative antinquinamento EURO2.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Aprilia presenta Atlantic 500 sprint