Arriva anche la lettera di Ratzinger: “Odifreddi, si renda più competente!”

papa_jugo.it

Un Settembre da ricordare quello del 2013 per La Repubblica. Il quotidiano diretto da Ezio Mauro potrà fregiarsi dell’onoreficenza (sinora inedita nel mondo della stampa) di aver ospitato due pezzi firmati da Francesco e da Joseph Ratzinger.
Dopo la lettera che Bergoglio rivolse al fondatore Eugenio Scalfari in risposta a due editoriali pubblicati dal quotidiano durante il mese di Agosto, arriva anche la missiva a firma del Papa emerito Benedetto XVI, che mette nero su bianco le sue risposte in riferimento al volume “Caro papa” che Odifreddi, notoriamente critico nei confronti della religione, gli “dedicò” nel 2011.

Un Ratzinger che, facendo leva su un’intera vita passata sui libri, argomentando alla maniera dei filosofi prova a cacciar via i dubbi del matematico, senza risparmiare qualche colpo (sempre elegante) di fioretto.

ll. mo Signor Professore Odifreddi – scrive Benedetto – vorrei ringraziarLa per aver cercato fin nel dettaglio di confrontarsi con il mio libro e così con la mia fede; proprio questo è in gran parte ciò che avevo inteso nel mio discorso alla Curia Romana in occasione del Natale 2009. Devo ringraziare anche per il modo leale in cui ha trattato il mio testo, cercando sinceramente di rendergli giustizia.

Dopo la difesa a spada tratta della teologia dalle accuse di fantascienza mosse da Odifreddi, ben argomentata nel testo integrale, si arriva a parlare della figura (storica) di Gesù Cristo:

 Ciò che Lei dice sulla figura di Gesù non è degno del Suo rango scientifico. Se Lei pone la questione come se di Gesù, in fondo, non si sapesse niente e di Lui, come figura storica, nulla fosse accertabile, allora posso soltanto invitarLa in modo deciso a rendersi un po’ più competente da un punto di vista storico.

Il secondo inquilino più importante del Vaticano, che poi consiglia allo studioso alcuni volumi per “aggiornarsi”, indossa nuovamente i panni del docente e lo “bacchetta” puntando dritto sulla sua presunta incompetenza in merito.

In conclusione, però, Benedetto sottolinea l’importanza del dialogo, seppur “duro” come in questo caso:

ll. mo Signor Professore, la mia critica al Suo libro in parte è dura. Ma del dialogo fa parte la franchezza; solo così può crescere la conoscenza. Lei è stato molto franco e così accetterà che anch’io lo sia. In ogni caso, però, valuto molto positivamente il fatto che Lei, attraverso il Suo confrontarsi con la mia Introduzione al cristianesimo, abbia cercato un dialogo così aperto con la fede della Chiesa cattolica e che, nonostante tutti i contrasti, nell’ambito centrale, non manchino del tutto le convergenze.

 

 

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Arriva anche la lettera di Ratzinger: “Odifreddi, si renda più competente!”