Ascoli Piceno: due mostre per Licini

Con questa esposizione – curata da Stefano Papetti, Elena Pontiggia ed Enrica Torelli Landini – si intende fare il punto sulla produzione pittorica del maestro di Monte Vidon Corrado (AP) riunendo, oltre a quelli già presenti nella galleria Licini, circa sessanta dipinti provenienti dall’Italia e dall’estero. Un totale di più di 100 opere, suddivise in base alle diverse fasi di produzione, per la prima volta riunite insieme e in molti casi mai viste prima, che raccontano un personaggio senza dubbio moderno ed originale. Formatosi in ambito figurativo e successivamente affascinato dalle battaglie futuriste, Licini giunge ad una sensibilità astratta fatta di una figuratività del tutto lirica e pura, mediata ed arricchita dal costante riferimento alle sue radici.Insieme alla mostra "Osvaldo Licini dalle Marche all’Europa", in contemporanea andrà in scena – presso il Centro Studi Osvaldo Licini di Monte Vidon Corrado – una seconda esposizione dal titolo "Osvaldo Licini da Monte Vidon Corrado. La stagione dei paesaggi: i dipinti, i disegni, l’epistolario". Qui l’attenzione è concentrata soprattutto sul primo Licini e per la prima volta approfondisce anche temi affettivi e più privati che ebbero un riflesso culturale importante sulla sua opera. Si tratta di un’esposizione documentaria, fotografica e pittorica incentrata sulle opere di paesaggio, naturale e umano, realizzate dal Maestro soprattutto nel primo periodo della sua attività artistica, quello figurativo. La stessa abitazione del pittore (nella quale si conservano due affreschi, le uniche due Picture parietali di Licini) sarà visitabile con guida e conterrà alcune ambientazioni ricostruite con fotografie e racconti d’epoca.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Ascoli Piceno: due mostre per Licini