Audi TT clubsport quattro, vera purosangue

Il frontale della vettura è dominato dal classico single frame, ma con la novità dei quattro anelli Audi che non compaiono sulla calandra, bensì sul cofano motore. La TT clubsport quattro si distingue inoltre per le grandi prese d’aria e per le luci diurne con tecnologia LED. Nel paraurti posteriore risalta invece la marmitta a vista in acciaio legato che ricorda i modelli sportivi della Audi come, ad esempio, la RS 4. L’aspetto possente della vettura è infine accentuato dai passaruota allargati, dai cerchi da 20 pollici con pneumatici 265/30 R20 e dalla carreggiata che, rispetto a quella delle TT di serie, è più larga di ben 80 millimetri. Curioso scoprire l’assenza delle maniglie: sulla TT clubsport quattro si sale attivando un radiotelecomando e le porte si aprono facendo pressione sul tasto di apertura

La vettura è verniciata in color grigio Daytona, un colore che la Audi ha utilizzato per la prima volta sulla RS 4 e sulla S8. Il design degli esterni è caratterizzato da tonalità grigio-scure. Si pongono in netto contrasto con esse gli elementi metallici: la griglia centrale e le griglie laterali sono in Gunmetal, una tonalità dell’acciaio che conferisce alla TT clubsport quattro un carattere sportivo ed essenziale insieme. Un ulteriore contrasto è realizzato dalle pinze dei freni, di color arancione, che collegano idealmente il design cromatico degli esterni a quello degli interni.

La sportività esibita dagli esterni della vettura compare anche all’interno dell’abitacolo: i sedili di conducente e passeggero, ad esempio, sono a guscio e insieme alle cintura di sicurezza a 4 punti da tre pollici offrono un’ottima tenuta. La strumentazione è molto diversa da quella del modello di serie. Colpiscono immediatamente le lancette in posizione verticale e i colori degli strumenti. Il display con indicazione di ora e chilometri percorsi è invece stato eliminato affinché lo stile complessivo risultasse assolutamente lineare.

Per quanto riguarda le prestazioni, va detto che gli ingegneri di Casa Audi sono riusciti a far erogare al 2.0 TFSI ancora più dei 260 CV che il motore mette a disposizione della S3. Il quattro cilindri turbo con iniezione diretta di benzina infrange infatti la magica soglia dei 300 CV. È grazie ad un collettore di aspirazione modificato che questo motore straordinariamente efficiente (eletto “engine of the year” nella sua categoria sia nel 2005 che nel 2006) riesce a esprimere ancora meglio le sue possibilità. La forza motrice viene trasmessa alle quattro ruote. La TT clubsport quattro è quindi la prima TT della nuova generazione con motore quattro cilindri a montare la trazione integrale permanente quattro.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Audi TT clubsport quattro, vera purosangue