Beppe Grillo: l’8 settembre sarà il V-day

"L’Italia – spiega Beppe Grillo dal suo blog – è una nazione con un Parlamento non eletto dai cittadini, simile più a un istituto di pena che a un luogo in cui si dovrebbero decidere le sorti della Nazione. Il mio è un appello per restituire la libertà di voto e di informazione all’Italia". Secondo quanto illustrato dal comico genovese, il "V-day" è un tentativo di far "riprendere in mano – agli italiani ndr – il loro Paese distrutto da decenni di partitocrazia, di massoneria piduista, di intrecci tra banche e mafia, di ingerenze del Vaticano nella cosa pubblica, dalla informazione di Stato e di Berlusconi, dai conflitti di interesse".Sempre Grillo ha poi voluto sottolineare quella che per lui è l’origine del problema, ovvero "il Parlamento italiano che contiene un numero di individui giudicati in primo e secondo grado, una settantina, e 25 condannati in via definitiva, da far impallidire Al Capone e Don Corleone insieme". maggiori informazioni sull’iniziativa promossa da Beppe Grillo sono disponibili sul suo blog.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Beppe Grillo: l’8 settembre sarà il V-day