Bill Gates: il futuro degli mp3 è sui cellulari

“Per quanto bravi possano essere alla Apple, non credo che il successo dell’iPod sia sostenibile sul lungo corso”, ha affermato durante l’intervista. Gates ha poi offerto un parallelo con il mercato dei computer: un tempo Apple era molto forte grazie al Macintosh e alla sua sua interfaccia grafica – come lo è oggi con l’iPod – ma poi ha dovuto cedere il passo e perdere la sua posizione. Nonostante l’indiscutibile successo della “Mela” nel settore della musica digitale, con una quota del mercato mondiale che raggiunge i due terzi, il numero uno di Microsoft non ha dubbi su un rapido cambio di guardia nella leadership del settore. Anche se Apple ha venduto qualcosa come 5 milioni di iPod negli ultimi tre mesi, la concorrenza è sempre più agguerrita. Una sfida che non parte esclusivamente dai produttori di lettori multimediali – tra cui Sony, inventore del Walkman -, ma sopratutto dai colossi della telefonia mobile, intenzionati più che mai a far convergere il mondo dell’intrattenimento digitale all’interno dei loro cellulari. La stessa Microsoft sta tentando di accaparrarsi una quota di mercato nel settore. Proprio in questa direzione l’azienda si è mossa per sviluppare il nuovo Windows Mobile 5.0, un sistema operativo per dispositivi mobili decisamente orientato verso il multimediale. Il pacchetto include infatti Windows Media Player 10 Mobile, il software che consente di accedere a numerosi contenuti digitali, quali musica, video e trasmissioni televisive. “Se mi chiedeste quale sarà il dispositivo portatile numero uno per la musica, io punterei senz’altro sul cellulare”, ha concluso Bill Gates.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Bill Gates: il futuro degli mp3 è sui cellulari