Biocombustibili: speranze da un fungo

In particolare, le ricerche del Dr. Gary A. Strobel hanno individuato nel Gliocladium Roseum potenzialità davvero interessanti per il futuro di biocombustibili, in quanto il fungo è in grado di produrre le sostanze necessarie a partire dalla cellulosa.L’originale fungo, illustrato nell’articolo pubblicato da Strobel sulla rivista Microbiology, cresce abitualmente all’interno del fusto dell’olmo.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Biocombustibili: speranze da un fungo