Biomasse: con il 2009 arrivano gli incentivi

A segnalarlo è Coldiretti che rende noto che sulla prima Gazzetta Ufficiale del 2009 è stato pubblicato il decreto del Ministero dello sviluppo economico che dà il via libera proprio agli incentivi."Si tratta – sottolinea la Coldiretti – di un passo importante dell’Italia verso il raggiungimento degli impegni fissati dalla Commissione Ue con l’accordo sul clima che fissa l’obiettivo del 20% di produzione di energia rinnovabile entro il 2020. Attualmente – precisa la Coldiretti – la quota di energia rinnovabile sul consumo totale in Italia è pari al 7%"."Il Decreto Introduce – spiega la Coldiretti – una tariffa omnicomprensiva di 0,22 euro/kW in ‘conto energia’ per l’energia prodotta da impianti di potenza inferiore ad 1 Mw alimentate a biomasse e biogas, in attesa della successiva adozione dell’apposito decreto da parte del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Viene previsto inoltre – continua la Coldiretti – un coefficiente di moltiplicazione dei certificati verdi, titoli destinati ad incentivare sul mercato la produzione di energia elettrica da parte di impianti della stessa potenza elettrica".Va infine sottolineato che per gli impianti di proprietà di aziende agricole, agroalimentari, di allevamento e forestali, alimentati a biomasse e biogas l’accesso alla tariffa è cumulabile con altri incentivi pubblici di natura nazionale, regionale e locale o comunitaria in conto capitale o in conto interessi con capitalizzazione anticipata non eccedenti il 40% del costo di investimento.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Biomasse: con il 2009 arrivano gli incentivi