Bobby in discoteca: se guida non può bere

Secondo quanto annunciato dal Ministro dell’Interno Amato, ad esempio, "i controlli sulle strade passeranno da 200mila ad un milione entro il 2007". Tre sono i punti principali del piano contro gli incidenti stradali: rafforzamento dei controlli stradali – fino a un milione all’anno – contro chi guida dopo aver bevuto o consumato droga; l’affermazione del principio del bobby, il guidatore designato che non beve, che sarà attuato anche attraverso un protocollo firmato con i gestori dei locali notturni e con i produttori e venditori di sostanze alcoliche; un rafforzamento delle sanzioni contro i comportamenti che più incidono sugli incidenti stradali.Di particolare interesse è la novità del bobby che prevede l’individuazione, all’ingresso delle discoteche, del guidatore al quale saranno somministrate solo bevande analcoliche. Da segnalare anche il divieto, sempre per le discoteche, di fare sconti sulla vendita degli alcolici.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Attualità > Bobby in discoteca: se guida non può bere