Bolzano: Museion inaugura con una mostra

Diretto da Corinne Diserens, il museo pone al centro del suo sviluppo una forte attivazione della collezione, che vivrà in relazione alle mostre temporanee. Obiettivo è poi quello di divenire un vero e proprio stimolo per gli artisti attraverso la produzione e le residenze d’artista. Per quanto riguarda la nuova architettura, la forma cubica dell’edificio ha un forte impatto visivo, che, grazie alla trasparenza delle facciate di testa, è in dialogo con la città. Il legame fisico e simbolico tra centro storico e città nuova è completato dalle due curve parallele e oscillanti del ponte, parte integrante del progetto. Gli spazi interni sono poi concepiti fluidamente: su cinque livelli sono distribuite le aree espositive e per eventi, gli spazi per la didattica e la biblioteca, senza rigide suddivisioni, ma in stretta interrelazione. Adiacente al museo si trova una casa atelier per ospitare gli artisti. Una visione di grande suggestione si presenterà ai visitatori di sera, quando le facciate fungeranno da superfici per la proiezione di opere d’arte commissionate appositamente da Museion.Quale mostra inaugurale della nuova struttura è stato scelta "Sguardo periferico e corpo collettivo", un’esposizione che mette in relazione numerose opere della collezione, tra cui nuovi acquisti, importanti depositi di collezionisti e prestiti di musei e collezioni italiani e internazionali. "Sguardo periferico e corpo collettivo" discute la questione dei corpi collettivi nell’arte visiva contemporanea, in considerazione della sua stretta relazione con l’architettura e la performance, e in modo particolare con la danza. La mostra analizza come le proposte artistiche più recenti siano state influenzate dalle Avanguardie Americane del Secondo Dopoguerra, che a loro volta avevano ripreso le sperimentazioni sviluppate all’inizio del XX secolo tra la Germania, la Polonia, la Russia e altri paesi. L’esposizione presenta una raccolta di opere, film, performance, documenti e testi da Meyerhold fino all’arte contemporanea, esplorando la concezione e l’utilizzo del "corpo collettivo" come strategia critica, mediante la quale viene indagata l’eredità della nostra storia recente.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Bolzano: Museion inaugura con una mostra