Boot Camp: Apple porta Windows sul Mac

Con Boot Camp si potrà installare Windows XP su un Mac con architettura Intel e, una volta completata la procedura, riavviare il proprio computer per far "girare" Mac OS X o Windows XP. Boot Camp è un applicativo che assiste l’utente, attraverso un interfaccia grafica, durante le operazioni di creazione dinamica di una seconda partizione sull’hard disk destinata a Windows, nella masterizzazione di un CD con tutti i driver necessari per Windows e nell’installazione dell’Os Microsoft da un CD di installazione di Windows XP. Come accennato, una volta installato Windows, all’avvio del computer si potrà effettuare lo "switch" e decidere quale sistema operativo utilizzare tra OS X e quello di Redmond. I requisiti di sistema per Boot Camp sono: un Mac basato su architettura Intel con una tastiera e mouse USB, o una tastiera e TrackPad integrati; Mac OS X versione 10.4.6 o successiva; gli ultimi aggiornamenti firmware; almeno 10GB di spazio libero sul disco di avvio; un CD o DVD riscrivibile vergine; una versione single-disc di Windows XP Home Edition o Professional con Service Pack 2 o successiva. Il download della beta pubblica di Boot Camp è disponibile cliccando QUI.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Attualità:

    Ancora nessun commento

JUGO > Attualità > Boot Camp: Apple porta Windows sul Mac